•  
  • L'ambiente operativo di UPGOIN'
  •  

Sempre più auto vecchie

p1010885wIn Italia la crisi si registra anche per quanto riguarda le automobili, che diventano sempre più vecchie e di minor valore. Secondo l’osservatorio RC Auto l’età media di un auto è di 8,7 anni e il suo valore medio è sceso di oltre 1.500 euro rispetto all’anno scorso.

L’anzianità media delle auto italiane, registrata dall’Osservatorio, ha subito un peggioramento passando da 8,27 anni nel settembre 2013 a 8,77 nel settembre 2014. Il dato diventa particolarmente rilevante se si confronta con i 7,5 anni riportati dall’ACI nel 2007.

Aumentando l’età dell’auto ne diminuisce il valore medio. Infatti, secondo l’analisi, il valore medio del circolante è pari a 7.487,39 € nel settembre di questo anno, mentre nello stesso periodo dell’anno precedente era di 9.026,27 €.

All’interno del territorio italiano i risultati dimostrano una stretta correlazione fra redditi ed età media del parco circolante, infatti, al Sud, dove gli stipendi sono inferiori guidano le auto più vecchie.

In Sardegna è presente la media più alta, pari a 9,75 anni. Decisamente anziane anche le quattro ruote della Basilicata (9,63 anni) e quelle della Sicilia (9,51 anni). Hanno comunque superato i 9 anni i veicoli circolanti in Calabria (9,26 anni), Friuli Venezia Giulia (9,22) e Puglia (9,1).

Guidano auto più giovani, ma sempre con 8 anni di vita o più, gli automobilisti della Toscana (8,0 anni), della Valle d’Aosta (8,08) e della Lombardia (8,26).

Come per l’anzianità anche il valore medio delle auto cambia su base regionale: è sempre nel meridione che circolano le auto di valore inferiore ed è ancora la Sardegna a guidare la classifica, con 6.428,40 euro. Segue la Sicilia, qui il valore medio delle vetture circolanti è pari a 6.541,79 euro. Terza è la Calabria (6.761,94 euro) che precede la Campania, quarta con una media di 6.935,64 euro.

Le automobili dal valore medio più elevato sono quelle immatricolate in Valle d’Aosta (8.715,74 euro), a seguire quelle inserite nei registri del Trentino Alto Adige (8.399,76 euro), del Veneto (8.222,01 euro) e della Lombardia (8.206,24 euro).

Facebook

Twitter

Google Plus

LinkedId