•  
  • L'ambiente operativo di UPGOIN'
  •  

Modulo Cai digitale nel 2016

cq5dam.web.650.600Per facilitare la compilazione del Modulo Cai si sta sviluppando un’app, con la quale l’assicurato potrà fare la denuncia del sinistro direttamente dal suo smartphome. Molti dati necessari saranno già precompilati, come il contraente, il proprietario, il veicolo e i dati della polizza, altri saranno rilevati in automatico, come la geolocalizzazione per indicare la data e il luogo del sinistro e per la segnalazione dei danni si potranno scattare direttamente delle fotografie.

Ania, come molte altre associazioni europee, sta sperimentando questa nuova applicazione che ha come obiettivo quello di rendere la constatazione più veloce, immediata e completa. Non sarà più necessario dovere disegnare le dinamiche del sinistro, tutto sarà molto più automatico. L’assicurato sarà guidato dall’applicazione a compilare la procedura in modo più coerente, infatti basterà indicare una delle 27 tipologie di sinistro da cui poi si definirà la responsabilità. In questo modo sarà subito noto a chi dei conducenti è attribuibile parte o totale della responsabilità dell’incidente.

Per identificare l’utente che compila il modulo CAI, verrà consegnato dall’assicurazione un codice segreto, denominato Qr Code, che conterrà tutte le informazioni dell’assicurato.

Il secondo automobilista coinvolto nel sinistro riceverà, grazie al suo Qr Code, le informazioni della denuncia e potrà quindi confermare o dissentire la sua versione dei fatti. Se la denuncia è condivisa la liquidazione del sinistro avverrà entro 30 giorni.

L’utilizzo di questa applicazione è prevista per il 2016, perché prima sarà necessario che le assicurazioni forniscano ai propri assicurati il Qr Code.

Sono anche previste delle possibilità di personalizzazione con servizi aggiuntivi come, ad esempio, l’elenco delle carrozzerie convenzionate e il soccorso stradale.

Facebook

Twitter

Google Plus

LinkedId