•  
  • L'ambiente operativo di UPGOIN'
  •  

I Big Data per le assicurazioni

big-data_3Molte compagnie di assicurazione stanno investendo sulle “Analytics” (sistemi e processi di analisi dei dati) e sperimentando nuove tecnologie telematiche. Da queste innovazioni, le compagnie potranno cogliere nuove opportunità.
Grazie ai Big Data (grandi aggregazione di dati) e all’“Internet of things” (l’estensione di Internet al mondo degli oggetti) le assicurazioni potranno sviluppare nuovi prodotti aumentando la personalizzazione dei servizi offerti.

L’analisi dello stile di vita.
Secondo le  statistiche, Facebook ha più di 1,32 miliardi di user attivi. Attraverso l’utilizzo dei social media, le assicurazioni possono avere informazioni relative ai propri assicurati. Da facebook, ad esempio, si può capire che tipologia di viaggi l’assicurato fa, se va alle feste, se guida di notte, se va a ballare o ai pub.
Integrando questo tipo di informazioni, contenute sui social, con quelle già possedute dalle compagnie, come l’età, l’occupazione ecc, si possono aumentare le analisi di business. Le compagnie, infatti, saranno capaci di definire il target migliore per la loro offerta, sviluppare prodotti personalizzati e aumentare i loro rendimenti. Dal momento che avranno a disposizione le informazioni in tempo reale e potranno sempre verificare se i loro clienti hanno il piano assicurativo più adatto al loro stile di vita.
Dunque, con queste informazioni le compagnie potranno prendere delle decisioni migliori rispetto alle coperture, così da gestire meglio i costi e aumentare i guadagni.
D’altra parte, i clienti che decideranno di rendere disponibili i propri dati beneficeranno di prezzi più vantaggiosi e migliori servizi.

La tecnologia telematica
Molte assicurazioni stanno già facendo leva su soluzioni telematiche per acquistare maggiori informazioni sulle abitudini di guida dei propri clienti. Infatti, installando scatole nere sulle auto degli assicurati, le compagnie hanno accesso a quei dati che gli permetteranno di offrire maggiore personalizzazione nei prodotti e semplificazione nei processi.
Alcuni esempi di informazioni  che si possono raccogliere sono: la velocità dell’auto, le strade scelte, i dati sugli incidenti, il tempo di utilizzo dell’auto e le distanze percorse.
Combinando questi flussi di informazioni con quelle che già possiedono, le compagnie saranno capaci di costruire nuove offerte e migliorare i loro servizi. Inoltre, la tecnologia telematica darà alle assicurazioni l’opportunità di: fornire piani tariffari paghi-quanto-guidi, sviluppare un processo di reclami semplificato e analizzare le capacità di guida in tempo reale per costruire polizze personalizzate.
Se l’utilizzo delle analytics fosse ottimizzato, il settore potrebbe essere rivoluzionato. Non solo le assicurazioni potrebbero aumentare il loro business, ma si potrebbero sviluppare nuovi prodotti per incentivare le persone a fornire le loro informazioni in cambio di soluzioni più adatti alle loro esigenze.

Facebook

Twitter

Google Plus


  • 24 Jul 2015

  • 24 Jul 2015

  • 24 Jul 2015

  • 24 Jul 2015

  • 3 Jul 2015+1

  • 3 Jul 2015

  • 3 Jul 2015

  • 3 Jul 2015

  • 1 Jul 2015

  • 25 Jun 2015

LinkedId